Tutto Stranieri

coesione famigliare

coesione famigliare
« il: 24 Gennaio 2011, 17:25:29 »
Buongiorno a tutti,

ho cercato fra le passate discussioni nel forum ma non sono riuscito a trovare risposta alla domanda che ora vi presento. Chiedo scusa nel caso invece non abbia cercato a sufficienza.

Essenzialmente, una coppia sposata di giovani cinesi è in Italia con lui un visto per motivi di ricerca scientifica e lei con un visto turistico. I due ragazzi stanno facendo le pratiche per avere per la moglie un visto per coesione famigliare che le permetta di rimanere con il marito fino alla fine del periodo che trascorrerà in Italia. Un anno circa.

Sostanzialmente hanno preparato tutti i documenti ma c'è qualche difficoltà con il certificato di matrimonio. Loro hanno fatto tradurre in Italiano un atto di matrimonio (e non certificato. Ma che differenza c'è?)  tradotto in Italiano con timbro di un notaio cinese che ne attesta l'autenticità ma, invece, sembra che quello che è necessario per questo tipo di visto sia il certificato tradotto dall'Ambasciata.

Mi potete chiarire meglio di che certificato i nostri due hanno bisogno in modo che possa provare a spiegarglielo più chiaramente? Le informazioni che hanno avuto sono un po' caotiche e contradditorie su questo punto...

Grazie,
  Stefano

Amedeo

  • *****
  • 1914
Re: coesione famigliare
« Risposta #1 il: 24 Gennaio 2011, 18:42:08 »
Buongiorno a tutti,

ho cercato fra le passate discussioni nel forum ma non sono riuscito a trovare risposta alla domanda che ora vi presento. Chiedo scusa nel caso invece non abbia cercato a sufficienza.

Essenzialmente, una coppia sposata di giovani cinesi è in Italia con lui un visto per motivi di ricerca scientifica e lei con un visto turistico. I due ragazzi stanno facendo le pratiche per avere per la moglie un visto per coesione famigliare che le permetta di rimanere con il marito fino alla fine del periodo che trascorrerà in Italia. Un anno circa.

Sostanzialmente hanno preparato tutti i documenti ma c'è qualche difficoltà con il certificato di matrimonio. Loro hanno fatto tradurre in Italiano un atto di matrimonio (e non certificato. Ma che differenza c'è?)  tradotto in Italiano con timbro di un notaio cinese che ne attesta l'autenticità ma, invece, sembra che quello che è necessario per questo tipo di visto sia il certificato tradotto dall'Ambasciata.

Mi potete chiarire meglio di che certificato i nostri due hanno bisogno in modo che possa provare a spiegarglielo più chiaramente? Le informazioni che hanno avuto sono un po' caotiche e contradditorie su questo punto...

Grazie,
  Stefano

Il certificato di matrimonio cinese deve essere legalizzato in Cina (non so dove), tradoto da traduttori indicati dal consolato italiano in loco e poi da quest'ultimo ulteriormente legalizzato.

Questo è l'unico modo per rendere valido un certificato cinese in Italia.

In realtà ci sarebbe un secondo sistema, ma non tutti i consolati esteri in Italia lo attuano.   Sarebbe quello di portare il certificato che si ha al consolato cinese, che dovrebbe riemettere l'atto (non tradurlo come talvolta fanno).   Si fa legalizzare la firma del consolae in Prefettura e poi si traduce da un traduttore che poi giuri in tribunale la traduzione.

P-S. - Sposto il topic, perchè nella sezione sbagliata.

Un saluto,
Amedeo

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

e-mail (solo casi riservatissimi): [email protected]

Re:coesione famigliare
« Risposta #2 il: 25 Gennaio 2018, 18:45:33 »
Salve ...ho portato il mio atto di nascita all ambasciata italiana in Ghana da far legalizzare e vorrei sapere quali sono le tempistiche grazie

Re:coesione famigliare
« Risposta #3 il: 17 Marzo 2018, 06:42:46 »
Scusate, e per legalizzare un certificato di matrimonio in Hong Kong si può fare l'apostille?